Tempo di acquisti per Mark Zuckerberg. Dopo il non indifferente esborso per l’acquisizione di WhatsApp, il creatore di Facebook pare sia intenzionato ad acquistare un’altra società per un progetto che ha a dir poco del fantascientifico. L’azienda presa di mira è la Titan Aerospace, e lo scopo di Zuckerberg è quello di lanciare a 20 mila metri di altezza dei droni volanti per consentire alle popolazioni non ancora raggiunte dal web di collegarsi alla rete internet.

 titan-zuckerberg-droni-internet

Il progetto piuttosto ambizioso di Zuckerberg non è il primo nel settore: anche Google, infatti, pianifica di inviare delle mongolfiere per portare il wi-fi in zone rurali dell’Africa e dell’Asia. Il creatore di Facebook, però, a differenza di Big G, ha pensato di inviare 11 mila droni volanti ricaricati ad energia solare ed ultra leggeri a 20 mila metri di altezza, così che possano sorvolare alcune zone dei continenti meno industrializzati per portare internet anche alle popolazioni autoctone.

I droni, infatti, dovrebbero essere meno costosi dei satelliti e, conti alla mano, l’acquisto di migliaia di robot volanti era meno conveniente dell’acquisto dell’intera società produttrice, così che, il lungimirante Zuckerberg, ha ben pensato di proporre l’acquisizione della Titan Aerospace per un costo di 60 milioni di dollari.

Ad oggi, si conta che solo il 25% della popolazione dell’Asia e il 15% della popolazione dell’Africa ha a disposizione una rete internet.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto:

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0