Appassionato di selfie? Non passa fine settimana senza che il tuo smartphone non si riempia di auto-ritrattati? Il MIT sta pensando proprio a te. I ricercatori dell’importante ente, infatti, stanno progettando una applicazione che sia in grado di migliorare notevolmente le foto che ognuno scatta a sé stesso, rendendole qualitativamente al pari di quelle scattate da un fotografo professionista.

selfie-migliori-algoritmo

Le fotografie scattate dalla fotocamera di un cellulare non hanno la stessa qualità di quelle riprese da una macchina fotografica professionista per molteplici ragioni, come ad esempio la luce alla quale il soggetto è esposto, il contrasto o l’intensità dei colori. I ricercatori del MIT, partendo proprio da questa osservazione, hanno deciso di creare un algoritmo che riesca a considerare i dettagli e la intricata superficie dei volti umani isolando le varie sezioni per compiervi miglioramenti dedicati.

Per prima cosa gli scienziati hanno preso delle foto professionali, e vi hanno sovrapposto selfie e ritratti di persone con tratti simili a quelle delle immagini artistiche, poi l’algoritmo ha analizzato le immagini allineando bocca, occhi e il resto del viso, e, successivamente, esso ha trasferito la luce riflessa negli occhi e lo sfondo professionale nel selfie.

Il risultato, secondo vari test effettuati, è stato più che soddisfacente. Adesso, i ricercatori del MIT, sperano di poter sviluppare e commercializzare presto una applicazione apposita.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto:

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0