Come abbiamo avuto modo di apprendere, una tragedia si è abbattuta in Corea del Sud, dove un traghetto con 475 passeggeri è affondato a largo delle coste meridionali mentre stava navigando alla volta dell’isola di Jeju. Negli anni più recenti, questa, insieme alla tragedia della Costa Concordia, è l’ultima delle catastrofi che hanno coinvolto delle navi. Ma cosa è successo a bordo del traghetto coreano?

nave-corea-affondata

Sono diverse le cause che possono portare all’affondamento delle navi, per quanto grosse possano essere, come un carico mal bilanciato che causa il capovolgimento della nave, o lo scontro con rocce di vaste proporzioni: ad ogni modo, ciò che il comandante deve fare, quando avviene un disastro del genere, è ordinare immediatamente l’evacuazione. E proprio questa è una delle responsabilità che si rinvengono nel capo della nave coreana: il ritardo nell’ordine.

Anche se ancora non è possibile sapere cosa sia successo di preciso, ciò che gli esperti dicono è che a causare l’affondamento della nave è stato un errore umano, e non meccanico. Alcuni eventi sono recuperabili, altri no, ed è proprio qua che vengono in gioco le capacità del comandante, che deve avvertire immediatamente i passeggeri per far loro abbandonare la nave. Sulla nave coreana, invece, dichiarano dei sopravvissuti che è stato detto loro di non muoversi, il che, probabilmente, ha causato il ritardo nelle operazioni di evacuazione.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto:

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0