Vota questo Articolo

I device mobili stanno prendendo – senza ombra di dubbio – il sopravvento nelle nostre vite. Nonostante questo possa, spesso, agevolare le nostre giornate, vi è certamente un rovescio della medaglia: il consumo perpetuo di energia elettrica e la continua necessità – appunto – di ricaricare i dispositivi tecnologici. Dal Georgia Institute of Technology, però, giunge una interessante soluzione: la realizzazione di un aggeggio che cattura l’energia generata dal movimento umano e la trasforma in energia pulita per ricaricare i nostri device.

 movimento-ricarica-energia

Tralasciando la rilevante questione per la quale i consumi di energia elettrica sono in continua crescita, tanto da far allarmare gli esperti in ordine alla maniera per sostituirla, è da tenere in considerazione che i dispositivi mobili sono oggi così utili proprio perchè sono trasportabili ma, ciò vuol dire, che essi, per funzionare in movimento, devono poter essere caricati.

Così, per trovare una soluzione ad entrambi i problemi, dei ricercatori del Georgia Institute of Technology hanno realizzato un aggeggio che, messo in spalla come uno zainetto, riesce a catturare l’energia generata dal movimento umano e trasformarlo in carica per i device elettronici ovunque ci troviamo: in tal modo non c’è dubbio che l’energia sarà “pulità” al 100%.

Per grandi linee, il meccanismo si basa su un processo triboelettrico e su nanomateriali, i quali permettono al dispositivo di esser particolarmente leggero e sottile.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: