Online e tecnologia: risparmiare su luce e gas
5 (100%) 1 vote

Ad ormai otto anni dall’ultima crisi economica, il medio cittadino è diventato sensibile a questioni legate al risparmio in casa sia per una ragione etica e ambientale ma soprattutto per un riscontro personale ed immediato: marginare le salate imposte come quelle di luce e gas. Fortunatamente, arrivano delle soluzioni interessanti dal mondo del web e anche da un’invenzione tutta italiana rivelandosi anche ecosostenibile.

onlinepics

Il vantaggio offerto dal web

Quando ci si trova a dover scegliere tra i vari fornitori, diventa fondamentale poter visionare in modo rapido e trasparente i prezzi, i servizi e magari cogliere al volo qualche offerta. La decisione va presa naturalmente in base alle proprie esigenze di consumo e al numero degli usufruenti nonché ai picchi di utenze in base a fasce orarie, se presenti. Iniziare scegliendo un ente più etico che magari offre anche dei vantaggiosi prezzi è senza dubbio un buon primo passo.

Uno dei migliori modi per conoscere più da vicino le compagnie è quello di controllare le svariate offerte del settore. Tenersi aggiornati sembra un’impresa ardua e in questo caso il web fornisce un grande aiuto grazie alle pagine comparatrici online. Infatti, il ruolo che svolgono questi portali come per esempio facile.it è davvero utile specialmente se il consumatore desidera effettuare il passaggio a un nuovo fornitore di luce o del gas potendo, infatti, confrontare prezzi e tariffe in modo da avere un quadro completo, chiaro e trasparente dei servizi che eventualmente si sceglieranno. Basta quindi inserire i parametri richiesti e si avrà subito il prospetto delle offerte presenti nel periodo di riferimento. Si potrà verificare la durata dell’offerta, i servizi inclusi, la tariffa in base alla fascia oraria e quindi avere tutti gli elementi utili per avere un quadro dettagliato del contratto che si andrà a stipulare. In questo modo, si può essere certi di aver valutato con attenzione facendo ricadere la scelta finale sul fornitore che più rispecchia le proprie esigenze.

Biro robot un aiuto per monitorare i consumi casalinghi

La domotica (che letteralmente significa “casa + robotica”) è la scienza che pensa nuove metodologie per migliorare le prestazioni di una casa e delle persone che ci vivono.

I progressi in tal senso hanno portato all’invenzione tutta italiana di Biro Robot, un umanoide che è in grado di monitorare i consumi e individuare le cattive abitudini questa volta riguardo all’uso dell’energia elettrica.

L’inventore è l’italiano Marco Santarelli che lavora come esperto nonché Direttore di Network Istituto di Ricerca Internazionale e Analisi delle Reti e di ReS On Network – Studies on Networks and Critical Infrastructure, che ha ideato questo piccolo oggetto assai utile per monitorare quello che accade all’interno delle case italiane.

Il robot infatti entra a far parte della rosa di “elettrodomestici” che facilitano la vita degli italiani, con diverse funzioni utili e una fruibilità semplice, alla portata di tutti.

Ha la forma molto vicina a quella di un bambino di circa 10 anni ed è incredibilmente veloce sulla base dei comandi che gli vengono impartiti.

E’ frutto di uno studio che annovera le più avanzate tecnologie e dovrebbe essere messo in commercio dalla fine di quest’anno.
La notizia dell’arrivo di questo umanoide nelle case degli italiani è stata resa nota al REbuild a fine giugno scorso.

REbuild è un evento dove si discute su come riqualificare e gestire, secondo parametri eco sostenibili, i complessi immobiliari.
All’evento di Riva del Garda Thomas Miorin ha detto che il digitale affiancato dalla robotica rappresentano ormai qualcosa a cui non si può più rinunciare, se si vogliono avere immobili eco sostenibili e con consumi ridimensionati sulle reali esigenze quindi senza sprechi.

E’ cosi infatti che si innalza il livello di riqualificazione degli stessi.

Il funzionamento di Biro Robot

Il robot è capace di valutare tutte le abitudini a livello energetico grazie a un sistema a infrarossi all’altezza degli occhi e per questo è capace di elaborare una diagnosi realistica rispetto agli stessi consumi energetici.

E’ con questo metodo che può suggerire come consumare meno energia elettrica, si stima fino al 30% in meno.

Lo stesso riesce ad interagire con l’utente anche valutando che uso viene fatto degli elettromestici.

E’ fornito di Google Maps quindi è utile anche per avere indicazioni stradali e approfondire con lo Street View.
E’ anche possibile tenere una rubrica con numeri di telefono e relativo indirizzo e-mail e ha anche la funzione per inviare e ricevere sms ed Mms.

Biro Robot anche per le aziende

Si sta studiando una soluzione anche in vista di un Biro Robot per le aziende, in modo che possa affiancare gli energy manager e ottimizzare il loro lavoro.

Oltre a essere il primo robot in assoluto dedicato all’utilizzo domestico, sarà anche il primo a essere inserito in contesti più ampi per l’implementazione di nuove frontiere a livello economico-finanziario su grande scala.

Basti pensare che il calcolo del consumo energetico di tutte le aziende italiane si aggira intorno al 44% del totale a livello nazionale e, nonostante gli investimenti mirati all’efficienza energetica, non ci sono strategie definite e davvero efficaci.
L’obiettivo degli studiosi è quello di ideare degli automi per le industrie e, in particolare, si sta puntando su un umanoide alto circa 1,60 cm, che non solo monitora i consumi ma sa anche muoversi, sia velocemente che a passo d’uomo in spazi predeterminati, portare dei vassoi che contengono bevande, accompagnare insomma il personale con un ruolo di aiuto e affiancamento.

Si tratta in definitiva di trarre grossi vantaggi che derivano dalla scelta di un fornitore adeguato abbinato alla “consulenza” di Biro Robot, per ridurre i consumi davvero al minimo e risparmiare rispettando l’ambiente.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: