Solar Impulse: l’aereo solare ha ripreso il suo tour mondiale
5 (100%) 3 vote[s]

Solar Impulse è tornato in ‘missione'”, afferma il blog dedicato al monitoraggio del viaggio dell’aeroplano solare ultraleggero, caratterizzato dalla possibilità di librarsi senza combustibile in quanto alimentato ad energia solare. Da due mesi, i team sono stati impegnati in vista del volo tra le Hawaii e la città statunitense di Phoenix (4.707 km di distanza), sulla costa occidentale degli Stati Uniti. Ai comandi il pilota svizzero Bertrand Piccard.

Il viaggio precedente tra la città di Nagoya in Giappone e l’arcipelago delle Hawaii si era concluso il 3 luglio 2015 dopo un volo di quattro giorni e 21 ore. L’aereo è poi rimasto a terra a causa di problemi tecnici, soprattutto dovuti a un surriscaldamento delle batterie che necessitavano una sostituzione multipla. Inoltre, le condizioni climatiche non si erano più dimostrate favorevoli per un nuovo decollo…fino a pochi mesi fa. L’aereo è stato reso operativo dopo averlo alimentato con motori elettrici applicati attraverso alcuni pannelli solari, e il team ha potuto condurre diversi voli di prova. Il primo di essi ha avuto luogo il 26 febbraio 2016 al fine di garantire il corretto funzionamento di tutti i sistemi. Un secondo volo ha avuto luogo pochi giorni dopo e questa volta il viaggio è stato reso più difficile raggiungendo i 28.000 piedi (8.500 metri). Fortunatamente entrambi i voli hanno avuto successo.

Altran, compagnia dell’aeroplano solare, ha sviluppato un software di simulazione che in funzione della traiettoria del volo di Solar Impulse e delle condizioni meteorologiche previste, valuta se gli itinerari testati permettono di effettuare il volo“, racconta Bertrand Piccard sul suo blog. L’aereo Solar Impulse ha già coperto un percorso totale di quasi 20 mila chilometri in 8 voli che l’hanno condotto ad Abu Dhabi (Emirati Arabi Uniti) nelle Hawaii. Il viaggio dovrebbe comportare un totale di 13 voli.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: