Entro i prossimi cinque anni utilizzare internet solamente per comunicare sarà considerato completamente obsoleto. Con “internet delle cose”, infatti, attraverso la connessione wireless potremo comunicare con tutti gli apparecchi elettronici presenti in casa, ricevendo un messaggio ogni volta che il latte in frigo sta per scadere o quando i toast lasciati nel tostapane sono pronti.

internet-cose-futuro

Con internet delle cose sarà possibile per l’utente comunicare con tutti gli elettrodomestici, e non solo, presenti in casa. Ogni volta che, infatti, un apparecchio elettronico avrà qualcosa “da dirvi” vi invierà un messaggio al cellulare: che sia per avvisarvi che la cena è pronta o che avete lasciato una finestra aperta o, ancora, per segnalarvi la presenza di fumo in cucina, il vostro smartphone sarà in comunicazione perpetua con la vostra casa.

Sebbene la prospettiva sia sotto diversi aspetti allettante, è pur vero che ci sono due punti deboli da risolvere. Il primo è la sicurezza: è necessario, infatti, che i produttori siano adeguatamente preparati a criptare ogni messaggio e algoritmo di comunicazione, per evitare che informazioni sensibili vengano disperse. Il secondo è che, poiché ogni azienda lavora con standard diversi, potrebbe esservi un problema di comunicazione tra gli stessi dispositivi, il che condurrebbe a effettuare una scelta nell’acquisto scegliendo un solo brand: per ovviare a ciò, sarebbe il caso che si trovasse uno standard in comune così da lasciare all’utente la piena scelta dell’azienda cui rivolgersi.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: