In occasione della nascita di sua figlia, Mark Zuckerberg offre una nuova trovata pubblicitaria promettendo di donare 45 miliardi di dollari alla fondazione che ha creato. “Sistemeremo il 99% delle nostre azioni Facebook che attualmente rappresentano un valore di 45 miliardi di dollari, nel corso della nostra vita per far progredire questa missione,” scrivono i felici genitori in una “Lettera a nostra figlia Max” postata su Facebook il 1° dicembre 2015.

Mark Zuckerberg

In occasione della nascita del loro primo figlio, il capo-fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg e la moglie Priscilla Chan, hanno annunciato che intendono pagare questa somma “nel corso della loro vita” alla fondazione che hanno appena creato: la “Chan Zuckerberg Initiative”.

In una lunga lettera indirizzata alla figlia Max, Zuckerberg e la moglie scrivono: “Come tutti i genitori vogliamo che tu cresca in un mondo migliore rispetto al nostro di oggi“. “Faremo la nostra parte per far sì che questo succeda, non solo perché ti amiamo ma anche perché abbiamo una responsabilità morale verso tutti i bambini della prossima generazione“, proseguono i neogenitori. “Sappiamo che il nostro è un piccolo contributo in confronto a tutte le risorse e ai talenti di coloro che già lavorano su queste questioni. Ma vogliamo fare quel che possiamo, lavorando a fianco di molti altri“.

La Chan Zuckerberg Initiative conta di focalizzarsi inizialmente sulla salute. “Oggi spendiamo 50 volte di più per curare le persone rispetto a investire nella ricerca che permetterebbe di non ammalarsi” affermano gli autori del testo. “La medicina è diventata scienza credibile 100 anni fa, eppure è già riuscita a sradicare alcune malattie facendo grandi progressi. Con lo sviluppo della tecnologia abbiamo una reale possibilità di prevenire, curare o gestire la maggior parte delle malattie nei prossimi 100 anni“.

Il testo continua sottolineando il desiderio di sviluppare il “potenziale umano”, “l’uso dell’energia rinnovabile” e quindi la “cultura imprenditoriale”, l’accesso a Internet per tutti e l’educazione. “I settori nei quali ci concentreremo sono l’apprendimento personale, la cura delle malattie, connettere le persone e creare forti comunità umane” elenca il comunicato che presenta questa fondazione il cui scopo è “portare avanti il potenziale umano e promuovere l’uguaglianza”.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: