Vota questo Articolo

L’inquinamento dell’aria, come è noto, è sempre in maggiore crescita, soprattutto nelle aree urbane dei nostri paesi. Ed è proprio per poterla monitorare continuamente che alcuni ricercatori hanno avuto l’idea di creare un macchinario portatile che scansioni la quantità di gas dannosi diffusi nell’aria, e invii, successivamente, tramite app, i risultati a uno smartphone per mettere a conoscenza dell’utente ciò che sta respirando.

aria-qualita-valutare-aircasting

Gli studenti del New York City College of Technology hanno ideato AirCasting, un dispositivo in grado di scansionare l’aria per verificare di quali gas è composta. Questo device può riconoscere il monossido di azoto, l’anidride carbonica, la temperatura, l’umidità e la quantità di polline disperso nell’aria. Nonostante AirCasting non sia ancora messo in commercio, gli studenti, con il contributo del New York Hall of Science, del New York State Department of Environmental Conservation e del U.S. National Science Fundation, ne hanno potuto realizzare 15 esemplari grazie ai quali hanno potuto testare con successo la qualità dell’aria di alcuni quartieri di New York.

Secondo i fautori di questo strumento, AirCasting è indirizzato non tanto alle forze dell’ordine, quanto ai cittadini comuni che, grazie ad una app sul proprio smartphone, potranno conoscere la qualità dell’aria che stanno respirando. Si pensi, ad esempio, all’utilità che ne può trarre una madre che porta a spasso il proprio bambino e che, una volta valutata l’aria che la circonda, preferisca cambiare zona.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: