Jaguar, la celebre casa automobilistica britannica, ha presentato un concetto di tecnologia che permette di vedere attraverso i montanti laterali che incorniciano il parabrezza, o tramite quelli che separano le portiere anteriori e posteriori, grazie ad un sistema di telecamere con schermo integrato nei supporti laterali della carrozzeria che riprendono l’ambiente circostante fornendo al conducente una visibilità continua a 360°.

Sisetma di camere sulle auto

Così, quando i veicoli, i pedoni e i ciclisti si apprestano a scomparire dietro i montanti, la loro immagine viene proiettata al conducente per consentirgli la piena visibilità di quelle zone che fino ad oggi erano nascoste. Un dispositivo che ricorda quello presentato da Land Rover (che appartiene anch’esso al gruppo di Jaguar) al salone dell’automobile di New York nel 2014 che permetteva di vedere “attraverso” un sistema di proiezione sul parabrezza.

La vettura trasparente…

La vettura trasparente sembra essere una nuova tendenza. Due scienziati giapponesi designer della Keio University di Tokyo propongono di andare oltre, rendendo trasparente l’intero abitacolo, dall’interno delle portiere al sedile posteriore. Nel loro prototipo, ancora rudimentale, un telo bianco ricopre l’interno di una Toyota Prius che funge da schermo sul quale viene trasmesso per retroproiezione il flusso video delle telecamere poste all’esterno della carrozzeria. Il sistema utilizza anche proiettori, macchine fotografiche e specchi speciali per riprodurre all’interno della vettura ciò che accade all’esterno.

Gli schermi da retroproiezione formano l’immagine ottica sul lato del telo opposto rispetto al lato dove si trova il proiettore.

La Toyota Prius trasparente si propone l’obiettivo di migliorare la visibilità in quelle zone solitamente occultate dalla stessa conformazione della carrozzeria, cioè i cosiddetti “angoli ciechi” che rendono difficoltose alcune manovre in retromarcia, così come possono rappresentare un pericolo in fase di cambio corsia in autostrada o in mezzo al caotico traffico cittadino.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto:

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0