Vota questo Articolo

Un video ha scatenato su Internet numerose reazioni la scorsa settimana. Si vede una donna che indossa una t-shirt nera con la scritta “LALSH” mentre passeggia nel quartiere di Shibuya, a Tokyo, con quello che sembra un orso polare bianco, tenendolo per il collo. Il mistero che circonda quello che ha tutta l’aria di essere una campagna di marketing ha sollevato molti interrogativi. Ma a chi si può attribuire questa azione? E qual è il suo scopo? Gli organizzatori della manifestazione hanno detto che spiegheranno il tutto il 24 Ottobre 2014.

Donna con orso

Come capire se si tratta di un orso falso?

Nel frattempo, questo video ha suscitato delle domande tra gli utenti del web sulla veridicità dell’animale presente nel filmato. Si tratta molto probabilmente di un finto orso. Ma come saperlo? E’ difficile.

Si deve innanzitutto ricordare che l’orso polare è il più grande predatore terrestre del mondo. Quindi, passeggiare con questo animale selvatico al guinzaglio in mezzo a una fitta folla “è abbastanza improbabile, se non completamente folle. E’ come andare in giro con un leone“, ha dichiarato Cyril Hue, veterinario allo zoo della Freccia, che ospita una coppia di orsi polari. Inoltre, l’orso bianco è “un animale di cui è difficile prevedere le reazioni.” Ecco perché non è facile addomesticare un animale di questo tipo (anche se il circo di Mosca ci ha provato).

Secondo il dottor Cirillo Hue, un primo indizio che indica che si può trattare di un finto orso, è il suo approccio. “Il suo atteggiamento è chiaramente innaturale. Si nota che quando si muove, quest’orso ha uno strano andamento, quasi meccanico. Mentre l’orso polare ha una camminata più fluida, senza intoppi. Tutto questo è legato al tipo di ambiente in cui vive, il ghiaccio marino. Un orso bianco non può avere un’andatura a scatti sul ghiaccio, soprattutto su lastre sottili.”

Resta dunque da sapere perché utilizzare un finto orso come parte di quella che sembra una campagna di comunicazione. Lo scopriremo a fine ottobre.

L’orso polare (Ursus maritimus) è il più grande predatore terrestre del mondo. Solitario e nomade, questo gigante è un ottimo nuotatore e un combattente formidabile grazie alla sua agilità. Il suo eccezionale talento gli permette di individuare una preda sotto 2 metri di ghiaccio. Inoltre, è completamente adattato al suo habitat grazie alla sua spessa pelliccia perfettamente isolante. La specie è considerata in pericolo a causa del riscaldamento globale che distrugge il suo habitat.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: