Vota questo Articolo

Uno studio pubblicato il 9 aprile sul Journal Case of Medical Reports ha rivelato che un’équipe di chirurghi marocchini è riuscita a “ricucire” un pene ad un uomo di 35 anni.

Operazione chirurgica

Nel dicembre del 2012 era stato violentemente aggredito da uno sconosciuto che, con una lama di un rasoio, gli aveva reciso l’organo a 3 centimetri dal pube. Fortunatamente l’amputazione non è stata totale. Operato d’urgenza, l’uomo è stato sottoposto ad un intervento chirurgico durato 6 ore, durante il quale i membri del dipartimento di urologia dell’ospedale universitario di Fes (Monaco) hanno “ricucito” l’organo. Avendo perso molto sangue e avendo la stessa operazione provocato una forte emorragia, il paziente ha beneficiato di una trasfusione di sangue e gli è stato posto alla base del pene un elastico al fine di ridurre la forte perdita di sangue.

L’uomo di 35 anni è stato in grado di recuperare gradualmente il normale utilizzo del suo organo e l’équipe medica che ha effettuato l’intervento ha accolto con entusiasmo questo successo. Anche la funzione erettile e la sensibilità hanno ripreso la loro normalità.

Se l’amputazione del pene è molto rara, la riuscita un’operazione di questo tipo lo è ancor di più.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: