Il chitarrista solista Angus Young, cofondatore del gruppo heavy metal AC/DC, ha recentemente utilizzato nel suo studio una scatola elettronica che riproduce il suono degli AC/DC degli anni 1977-1984, ottenuto con un particolare dispositivo, lo Schaffer Vega Diversity System (SVDS), un sistema di chitarra wireless progettato nel 1976 dall’inventore americano Ken Schaffer e riprodotto oggi dal chitarrista Filippo Olivieri.

Music-AC/DC

Un sistema che “altera perfettamente” il suono della chitarra

Questa scatola elettronica è stata riprodotta da Filippo Olivieri, un americano nato in Texas che oggi vive a Roma, chitarrista e fan degli AC/DC, ossessionato a lungo dal suono del suo gruppo preferito a tal punto di essersi procurato l’esatto hardware di Angus Young, leggendo tutte le interviste e gli articoli possibili sul gruppo, sempre in cerca di informazioni.

In un’intervista del Guitar Player Magazine datata 1984, Filippo Olivieri scoprì che la sua rock star preferita non utilizzava alcun pedale d’effetto, ma semplicemente un sistema che permetteva un gioco senza fili tra la chitarra e l’amplificatore, appunto lo Schaffer-Vega Diversity System (SVDS). Questo dispositivo venne subito scelto da tantissimi chitarristi dell’epoca per le loro esibizioni. Non solo procurava tutta la libertà di movimento, ma spiccava per la sua affidabilità (nessuna interferenza, nessuna perdita di segnale). Il trucco stava in un sistema con doppio trasmettitore Very High Frequency. Anche se, in realtà, lo Schaffer Replica di Filippo Olivieri è collegato via cavo allo strumento e all’amplificatore.

Lo scorso aprile, Ken Schaffer, l’inventore del dispositivo del 1976, ha incontrato il chitarrista Filippo Olivieri presso il Warehouse Studio di Vancouver, dove gli AC/DC stavano registrando il loro ultimo lavoro. In questa occasione Olivieri ha consegnato al gruppo lo Schaffer Replica di nuova generazione, che Angus Young ha deciso di utilizzare nel nuovo album “Rock or bust” (lanciato il 1 dicembre 2014), per imitare il “suono degli AC/DC” degli anni passati. Questo ha destato non poche polemiche tra gli appassionati della chitarra, uno degli strumenti musicali più amati al mondo.

Lo stesso Filippo Olivieri utilizza nel suo studio lo Schaffer Replica, anche se in realtà, dal punto di vista di Angus Young, questo nuovo dispositivo altera il suono della chitarra, ma in senso positivo: esso permette di ottenere un suono più denso e svolge il ruolo di compressore, riducendo la differenza tra i livelli sonori.

A seguire, una demo dello Schaffer Replica:

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: