La caccia alle streghe corre su Facebook
5 (100%) 2 votes

In Brasile, una donna sospettata di essere una strega coinvolta in un rapimento avvenuto nella zona di Guaruja è stata picchiata dalla folla fino a quando, due giorni dopo, è morta. Secondo il giornale locale, la notizia della donna vista rapire dei bambini è stata diffusa via Facebook, creando, nelle persone, la scintilla per trovare la donna e ucciderla.

strega-caccia-facebook

Una donna di 33 anni, Fabiane Maria de Jesus, è stata uccisa la scorsa settimana in Brasile con l’accusa di aver organizzato dei rapimenti nella sua zona di origine e di averlo fatto, in particolare, perchè coinvolta in stregonerie a magia nera. Nella zona del Brasile, sono ancora moltissime le persone convinte dell’esistenza di streghe e magie, e nell’utilizzo, da parte di quest’ultime, di sangue o organi per commettere sacrifici e rituali.

In Brasile, non sono insolite le voci secondo le quali in molti “ruberebbero” gli organi umani – e dei bambini in particolare – per organizzare incantesimi o per rivederli alla popolazione ricca: molte persone povere, infatti, vivono ancora con la paura di non potersi recare in ospedali pubblici per il sospetto che gli organi vengano loro esportati.

Nel caso narrato, in particolare, sembrerebbe che sia stato proprio Facebook a dare inizio alla “caccia alla strega”, postando una notizia per la quale quella donna era stata vista rapire dei bambini. Gli amministratori della pagina del social network, ovviamente, hanno immediatamente smentito.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: