Los Angeles: Nathan Carver, che discende da una famiglia di agricoltori da oltre cinque generazioni, é disperato in quanto si ritrova a portare al pascolo il bestiame anziché su un tappeto verde che dovrebbe crescere sulle sue terre in questa stagione, su un terreno che assomiglia di più a quello lunare…. La colpa é della siccità

agricoltori-cielo-siccita

I miei nonni mi hanno detto che dal 1930, quando le tempeste di polvere infuriavano e tutto era asciutto, non si era mai più vista una tale desolante siccità“, sofferente ha riferito l’allevatore di 55 anni ed ha aggiunto: “Se questa situazione continua, dovrò prendere misure drastiche“. Il mese scorso, Jerry Brown, governatore della California, ha dichiarato lo stato di emergenza a causa della siccità affermano che potrebbe essere la peggiore mai conosciuta in un intero secolo…

La zona più preoccupante risulta essere la fertile valle centrale che corre da nord a sud della California, da sempre considerata come il “granaio” degli Stati Uniti, che risulta davvero essere stata molto duramente colpita. A parte qualche goccia di passaggio, non ha più piovuto da novembre nella regione. Siccome le sue mucche non hanno più erba da brucare, Nathan Carver, è costretto a comprare il fieno, che viene venduto al 30% in più… questa é la dura legge del mercato, infatti, più cresce la domanda più il prezzo sale. Ancora più in maniera radicale alcuni agricoltori sono dovuti ricorrere a vendere il proprio bestiame…

Ma, Nathan Carver non ha intenzione di cedere, grazie alla sua forte fede, la sua struttura è stata fondata da uno dei suoi antenati nel 1837, ben prima dellla corsa all’oro, nonostante questa brutta crisi, l’allevatore non intende vendere. Egli spera di trasmettere la passione per il suo ranch in uno dei suoi quattro figli. “Quello che ci fa andare avanti, noi allevatori, è la speranza che Dio ci ascolti e faccia piovere. Gli agricoltori sono eterni ottimisti, si spera sempre che il prossimo anno sarà migliore di quella attuale.” Egli, infatti, giura di voler continuare a combattere, galvanizzato dalla conoscenza delle generazioni precedenti e dalla sua grande fede in Dio, ogni giorno in quella landa desolata, implora il cielo per porre fine alla siccità e chissà magari presto verrà ascoltato.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: