Solo qualche giorno fa è stata resa nota la scoperta, effettuata da alcuni archeologi presso la Valle dei Re, del luogo di sepoltura di almeno una cinquantina di egiziani appartenenti alla famiglia reale e collegabili con dei faraoni vissuti nel 14 esimo secolo avanti Cristo. Tra le 50 mummie rinvenute, diverse appartengono a principesse e bambini, dicono gli esperti.

Mummie-faraoni-egitto

Durante degli scavi compiuti nella Valle dei Re, in Egitto, gli archeologi impegnati nelle ricerche hanno potuto scoprire dirca 50 mummie appartenenti alle famiglie reali di due faraoni vissuti nel secolo 14esimo prima di Cristo. Questo particolare, nello specifico, è stato rinvenuto grazie alla incisioni presenti nelle tombe.

Le tombe si trovavano a circa 5 metri dalla superfice, erano sepolte in una area che ricompre un corridoio e quattro stanze. Tra le mummie vi sono almeno 8 principesse prima sconosciute e diversi bambini, affermano gli archologi.

Durante il Nuovo Regno dell’Egitto (tra il 1550 e il 1070 a.c) i membri delle famiglie reali venivano seppelliti nella Valle dei Re, un sito che si trova lungo le sponde del Nilo, nel lato opposto della città oggi nota come Luxor, a circa 500 km al sud del Cairo. Tra le tombe scoperte in questa zona, sicuramente quella del Faraone Tutankhamon è quella che si è meglio conservata nei secoli.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: