I buchi neri sono uno dei fenomeni più strani dell’universo. Essi, solitamente, sono rinvenibili in due dimensioni completamente all’opposto una dall’altra: buchi neri “small” della grandezza di circa una dozzina di volte il sole, e buchi neri “supermassive” di una grandezza pari a miliardi di volte il sole. Adesso, però, pare che alcuni scienziati siano riusciti a rinvenire buchi neri “medium” di media grandezza.

buchi-neri-medium-full-size

Una recente scoperta effettuata da alcuni scienziati dell’Università del Maryland, College Park, mostra come nello spazio non esistano solamente buchi neri “small” e “supermassive”, ma, anche, buchi neri della grandezza medium: ossia grandi qualche centinaia di volte il sole. Questa scoperta è stata effettuata presso la galassia Messier 82 (M82) ed è già stata pubblicata presso riviste scientifiche. Per l’esattezza, un buco nero medium, affermano gli studiosi, è grande 400 volte il sole, e, a quanto pare, questa è la prima volta che si riesce a misurare con così tanta precisione questo fenomeno.

Gli astronomi hanno dato diverse risposte al quesito a proposito del modo in cui i Buchi Neri si formano e, secondo la più tradizionale delle teorie, essi sono il frutto di una evoluzione di una stella con massa molto grande che, superando un preciso limite, esplode trasformandosi in un buco nero.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: