Precauzioni per osservare il transito di Mercurio davanti al Sole
5 (100%) 2 vote[s]

Lunedì 9 maggio 2016, il pianeta più piccolo e più vicino alla nostra stella attraverserà il disco solare: si tratta del transito di Mercurio, un fenomeno molto raro. E’ possibile assistere a questo straordinario spettacolo in diretta sul web oppure osservando il cielo, perfettamente visibile dall’Italia (durerà 7 ore e 30 minuti, dalle 13:12 alle 20:42). Ma quali precauzioni bisogna prendere per osservare il passaggio di Mercurio davanti al Sole?

L’osservazione del transito a occhio nudo – anche con le lenti filtranti – è vietata! La bruciatura della retina a causa delle radiazioni solari è indolore, ma le lesioni possono portare alla cecità irreversibile. Oltretutto, l’osservazione a occhio nudo, con un adeguato filtro, non mostrerebbe alcunché, poiché le dimensioni apparenti del pianeta sono oltre 150 volte inferiori a quelle del disco solare. Il modo più sicuro per seguire il minuscolo puntino nero (Mercurio), consiste nell’osservare una proiezione del Sole (proiezione oculare). COME FARE: senza mai osservare direttamente il Sole e senza guardare nell’oculare, si punti lo strumento in direzione della nostra stella; il compito è facilitato se una decina di centimetri dietro l’oculare si pone un cartoncino bianco sul quale viene a proiettarsi l’immagine prodotta dal telescopio. Inquadrato il Sole, senza mai guardare nello strumento, agendo sulla messa a fuoco, è possibile ottenere sul cartoncino bianco un’immagine ben definita nella quale è riconoscibile il disco luminoso del Sole e un piccolissimo punto scuro: il disco nero del pianeta in transito. È possibile aumentare o diminuire l’ingrandimento dell’immagine proiettata allontanando o avvicinando il cartoncino all’oculare dello strumento.

Il transito di Mercurio è osservabile anche attraverso alcuni strumenti professionali o semi-professionali, quali i telescopi e i cannocchiali. Solarscope è un dispositivo che permette di vedere i passaggi di Mercurio o di Venere, ma anche le eclissi del Sole e le macchie solari.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: