Vota questo Articolo

Galassie luminose, molto più brillanti del nostro Sole, si scontrano costantemente per creare nuove stelle, ma la ricerca dell’Università di Oxford ha ora dimostrato che la formazione stellare in tutto l’Universo è scesa drasticamente negli ultimi cinque miliardi di anni… La ricerca, co-condotta a Oxford dal dottor Dimitra Rigopoulou e il dottor Georgios Magdis del Dipartimento di Fisica, ha mostrato che il tasso di formazione stellare nell’Universo è circa 100 volte inferiore rispetto a cinque miliardi di anni fa. Essi hanno, però, inoltre dimostrato che alcune galassie luminose possono creare stelle in proprio senza scontrarsi in altre galassie.

galassie-luminose-scontro-stelle

I risultati, pubblicati sulla rivista Astrophysical Journal, suggeriscono che la maggior parte delle stelle nel nostro universo sono nate in un periodo denominato ‘baby boom‘ risalente a 5/10 miliardi di anni fa. Le osservazioni sono state effettuate utilizzando l’Herschel Space Observatory dell’Agenzia Spaziale Europea.

Il dottor Dimitra Rigopoulou riferisce:

C’è una chiara evidenza che i processi fisici della scala galattica che avviano la formazione delle stelle nelle galassie più luminose dell’Universo sono cambiate. A livello locale, le galassie luminose che producono una grande quantità di stelle sono quasi sempre associate a interazioni tra galassie o fusione. Quando le galassie si scontrano, grandi quantità di gas sono spinti in piccole regioni compatte nelle galassie causando la formazione di stelle. Questo processo si traduce in una conversione efficiente della materie gassose in stelle. Tuttavia, abbiamo scoperto che, qualche miliardo di anni fa, molte galassie erano in grado di formare le stelle senza urtarsi. Sappiamo che la maggior parte delle stelle nel nostro Universo sono nate in massivi scontri di galassie luminose. I nostri risultati cambiano la nostra comprensione di come si sono formate le stelle in questi sistemi. Di conseguenza, il nostro punto di vista circa il modo in cui la maggior parte delle stelle si sono formate nel nostro Universo deve cambiare.

Il ricercatore mette poi in evidenza che negli ultimi dieci anni ci sono state varie linee di pensiero che suggerivano come nell’Universo primordiale di circa dieci miliardi di anni fa, le galassie luminose erano molto diverse da ciò che osserviamo al giorno d’oggi. Con grande sorpresa, si é scoperto che questo cambiamento già avvenuto meno di cinque miliardi di anni fa, suggerisce che i cambiamenti sono stati molto rapidi. E’ stato misurato il carbonio ionizzato, che viene prodotto quando il gas nella galassia raffredda e collassa avviando la formazione di stelle. I livelli di carbonio ionizzati delle galassie luminose di 5 miliardi di anni fa sono molto simili a quelli provenienti da 10 miliardi di anni fa, ma completamente diversi dai livelli delle galassie di oggi. Qualcosa di importante deve essere successo per cambiare il comportamento delle galassie confronto a quello che vediamo oggi…

Questo cambiamento di “comportamento” delle galassie potrebbe essere causato da due fattori principali: una è la quantità di gas che è a loro disposizione e l’altro è la “metallicità del gas”. La conseguenza del cambiamento, invece, é una forte diminuzione della formazione stellare nell’universo…

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: