DeeDee, il pianeta nano misterioso, svela i suoi segreti.
5 (100%) 2 votes

Utilizzando le antenne ALMA, gli astronomi hanno condotto un nuovo studio sul corpo planetario “DeeDee” scoperto nel 2014 che si trova nel sistema solare esterno. I loro risultati confermano che si possa trattare di un nuovo pianeta nano.

| Il nostro sistema solare avrà un nuovo pianeta nano?

Ciò è suggerito dal recente studio pubblicato sulla rivista Astrophysical Journal Letters, studi che si sono concentrati su un pianeta molto speciale noto come 2014 UZ224 o DeeDee (“Distant Dwarf”). Questo corpo celeste di tipo planetario è stato scoperto nel 2014 da una mappatura della galassia massiccia. Ma la sua condizione solleva ancora delle domande: il pianeta ha tutte le caratteristiche necessarie per unirsi alla lista di cinque pianeti nani del Sistema Solare?

Per rispondere a questa domanda, gli astronomi hanno fatto nuove osservazioni dell’oggetto utilizzando la matrice delle antenne di Atacama Large  Millimeter/submillimeter Array situata in Cile. Le osservazioni hanno svelato alcuni dei suoi segreti. DeeDee si trova a 92 unità astronomiche dal Sole, circa 13,7 miliardi di chilometri. È tre volte più distante di Plutone, a questa distanza, DeeDee impiega circa 1.100 anni terrestri per completare la sua orbita e la sua luce impiega fino a tredici ore per raggiungere il nostro pianeta. Tuttavia, è soprattutto la dimensione dell’oggetto che ha sorpreso i ricercatori. Hanno, infatti, scoperto che è molto più grande di quanto stimato in precedenza: i dati suggeriscono che DeeDee misura circa 635 km di diametro, ossia due terzi del diametro di Cerere, che è il più grande tra i corpi della stessa classe nella fascia degli asteroidi. Con una tale dimensione, gli astronomi ritengono che DeeDee potrebbe avere una massa sferica sufficiente da essere riconosciuto come un pianeta nano.

Se il corpo celeste è rimasto sconosciuto per così tanto tempo, non è solo a causa della sua distanza, ma anche della sua luce molto bassa. “Lontano, oltre Plutone è un sorprendentemente ricco corpo planetario. Poiché così lontano e poco luminoso, è incredibilmente difficile da rilevare, per non parlare di studiarlo nel dettaglio“, ha riferito il principale autore scientifico del nuovo studio. “Le ALMA, tuttavia, hanno delle capacità uniche che ci hanno permesso di apprendere dettagli interessanti su questi mondi lontani“.

| DeeDee é freddissimo

Con il sistema di antenne cileno, gli astronomi hanno scoperto che DeeDee è un pianeta scuro e freddo. La temperatura sulla sua superficie si avvicinerebbe a 30 gradi Kelvin, -240° C. Il corpo celeste rifletterebbe solo il 13% della luce solare che riceve. La sua scoperta indica anche che è ora possibile rilevare oggetti distanti e che si muovono lentamente nel nostro sistema solare. Un rilevamento che potrebbe contribuire a scoprire altri mondi sconosciuti e perché no il misterioso “pianeta 9” la cui esistenza divide gli specialisti.