La Nicturia é una disfunzione che, bene o male, risiede intrinseca negli esseri umani particolarmente di sesso maschile. Uomini, se avete bisogno di alzarvi di notte per fare la pipì, si consiglia di fare più sport. In realtà, l’esercizio fisico può aiutare a dormire più tranquilli, secondo un recente studio condotto da ricercatori della Loyola University di Chicago.

pipi-notte-consigli-sport

Il problema che un uomo debba alzarsi una o più volte a notte per urinare, come citato sopra, si chiama nicturia. Questo può essere semplicemente connesso al fatto di bere troppo prima di dormire. Ma potrebbe anche essere collegato a problemi patologici come l’insufficienza renale o un aumento delle dimensioni della prostata chiamata iperplasia prostatica benigna (BPH o IPB). La conseguenza più diretta della nicturia è la perdita di sonno…

Nicturia: un fenomeno in crescita con l’età

Questo problema di salute diventa più frequente mentre gli uomini avanzano con l’età. Pertanto, andrebbe a interessare più del 50% di essi di età superiore ai 45 anni. Lo studio condotto dall’epidemiologa Kate Wolin e pubblicato sulla rivista Medicine & Science in Sports & Exercise ha esaminato i dati dalla PLCO (The Prostate, Lung, Colorectal and Ovarian Cancer Screening Trial), che raggruppa più di 150.000 persone di età compresa tra 55 e 74 persone. I partecipanti sono stati interrogati sul loro loro stile di vita (dieta, esercizio fisico, ect.). La ricercatrice ha analizzato i dati di un campione di 4.700 uomini affetti da iperplasia prostatica benigna, di cui, una delle conseguenze più comuni è la nicturia.

13% di nicturia in meno tra chi pratica Sport

Kate Wolin ha così scoperto che coloro che sono fisicamente attivi soffrono il 13% in meno di nicturia rispetto a quelli con uno stile di vita sedentario. Ancora meglio, hanno il 34% in meno di probabilità di soffrire di questo disturbo. Lo studio americano conclude, pertanto, che una o più ore di attività fisica a settimana può ridurre il manifestarsi del fenomeno della nicturia. Sebbene le ragioni esatte di questa associazione necessitino di ulteriori studi, la ricercatrice afferma che la spiegazione può risiedere nella riduzione della massa corporea.

Studi futuri dovrebbero concentrarsi nell’esplorare questa pista, prestando particolare attenzione al livello di attività fisica necessaria ed i meccanismi alla base di questa associazione. In altre parole, capire come e perché lo sport permette agli uomini di essere meno inclini a svegliarsi durante la notte.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto:

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0