Vota questo Articolo

Un team di ricercatori dell’ente Belga UCL, sostenuto finanziariamente dalla Fondazione contro il cancro, ha scoperto una molecola in grado di bloccare le metastasi dei tumori e fornisce una nuova vera speranza nella lotta contro il cancro. In effetti, le metastasi sono responsabili del 90% delle morti per cancro e bloccare il loro sviluppo sarebbe davvero un importante passo avanti!

Nuova arma contro il Cancro molecola che blocca metastasi

A quanto pare, questa molecola è già correntemente utilizzata negli esseri umani, in fase di sperimentazione clinica, per malattia quali epatite e Parkinson. Ciò significa che le prime fasi dell’esperimento sono già state completate con successo e che le sperimentazioni cliniche possono essere rapidamente portate sui malati di cancro.

Comunicato dell’UCL

La strategia adottata dalle cellule tumorali in grado di svilupparsi in un cancro aggressivo sono spesso associate a prognosi infauste. Il raggiungimento del blocco delle metastasi o, meglio ancora, il prevenirne la formazione, sarebbe un passo da gigante nella lotta contro il cancro. Il lavoro del team del Prof. Pierre Sonveaux, Istituto di Ricerca Clinica e Sperimentale (IREC) presso l’UCL, ha contribuito a individuare una famiglia di composti farmaceutici la cui azione impedisce l’insorgenza di metastasi tumorali. In questa impresa, i ricercatori, hanno studiato studio dei mitocondri nelle cellule tumorali. Questi piccoli organi sono considerati come le centrali energetiche delle cellule. Ma quando il loro funzionamento è compromesso, come i ricercatori dell’UCL hanno osservato nelle cellule tumorali, essi possono promuovere la migrazione cellulare, e quindi la formazione di metastasi.

Paolo E. Porporato, post-dottorato, e altri giovani ricercatori del team del professor Pierre Sonveaux hanno esaminato i meccanismi molecolari alla base della capacità dei mitocondri di promuovere la metastasi. Sono stati in grado di dimostrare che, a determinate condizioni, i mitocondri producono più ione superossido, un radicale libero paramagnetico. Questa sovrapproduzione di superossido provoca la formazione di metastasi e di conseguenza progressione tumorale.

Implicata in altre malattie umane come il morbo di Parkinson, e l’epatite C, la produzione di superossido può essere bloccata da antiossidanti molto specifici ch risultano essere molecole molto efficaci per bloccare la migrazione delle cellule tumorali e prevenire la formazione spontanea di metastasi tumorali.

Questa ricerca è stata condotta nel quadro dei progetti finanziati grazie a un contributo europeo, l’ERC Starting Grant, che Peter Sonveaux ha ottenuto nel 2009 e con il supporto di FNRS, Télévie, nonché della Fondazione contro il cancro. La scoperta di una molecola che blocca il meccanismo responsabile della formazione di metastasi e l’esistenza di una famiglia di composti promettenti incoraggia la loro successiva valutazione per validare la terapia preventiva contro le metastasi tumorali.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: