Gli effetti positivi del THC per la cura dei tumori della pelle
5 (100%) 5 votes

Nel corso dei mesi estivi avrete sicuramente più volte sentito parlare del “melanoma” e della pericolosità di questo tumore della pelle, che in Italia fa registrare oltre 12.000 nuovi casi l’anno.

melanoma-pelle-THC-cure

Benché la prima arma per la lotta al melanoma sia la prevenzione, poiché una delle principali cause di questa patologia è proprio l’esposizione prolungata e non protetta ai raggi UV, nei laboratori vengono effettuati continuamente nuovi studi per cercare di combattere il melanoma quando questo si sviluppa nell’organismo.

Secondo alcuni recenti studi dall’Università di Bonn uno degli elementi più efficaci per la lotta al melanoma sarebbe costituito dal THC. Il tetraidrocannabinolo avrebbe infatti un effetto inibitorio sul tumore, come sottolineato dal Laboratory of Experimental Dermatology della struttura universitaria tedesca.

Il tema della ricerca non è di per sé innovativo, in quanto sono già noti gli effetti di apoptosi e di inibizione dell’angiogenesi nei tumori in seguito all’assunzione da parte dei pazienti di cannabinoidi. Esiste infatti una consistente documentazione riguardante esperimenti con esito positivo sia in provetta che su cavie animali, anche se il dibattito si è successivamente spostato sugli effetti dei cannabinoidi sul sistema immunitario.

L’uso di semi di CBD per uso terapeutico è stato analizzato sotto due punti di vista: l’azione è stata verificata su topi che presentavano patologie come melanoma, fibrosarcoma e papilloma ma con campioni che si differenziavano per la presenza di ricettori cannabinoidi CB1 e CB2. In questo modo è stata verificata sia l’azione del THC che il ruolo del sistema endocannabinoide su una potenziale genesi delle cellule tumorali.

Dopo un’attenta analisi dei risultati è emerso che il tetraidrocannabinolo ha un’importante azione inibitoria per lo sviluppo del melanoma sia nelle cavie “normali” sia in quelle provate dei ricettori dei cannabinoidi, confermando così l’azione terapeutica del THC e non rilevando nessun collegamento tra il sistema degli endocannabinoidi sulla genesi tumorale.

Per maggiori dettagli è comunque possibile consultare lo studio completo.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: