Fumare Cannabis influenza i risultati scolastici?
4.3 (86.67%) 3 votes

Fumare regolarmente cannabis durante l’adolescenza influenza il rendimento scolastico e la laurea? Ciò dipende dall’età di iniziazione a questa droga, spiegano i neuroscienziati dell’Inserm.

Fumare regolarmente cannabis prima dei 16 anni altera lo sviluppo del cervello, nel particolare la memoria e le capacità di apprendimento, a rivelarlo é uno studio del 2016. Questo significa andare meno bene a scuola? Sì, secondo il lavoro da neuroscienziati dell’Inserm e pubblicato nel maggio 2017 sulla rivista International Journal of Epidemiology. “I giovani che hanno iniziato un uso regolare di cannabis prima dei 17 anni hanno il 60% in più di probabilità, rispetto ai non utilizzatori, di non superare la laurea“, spiega Maria Melchior, ricercatrice dell’Istituto di Epidemiologia e Salute Pubblica Pierre Louis di Parigi nonché autrice principale di questo lavoro.

| Insuccesso scolastico maggiore nelle donne

Il team di Inserm si basa su un campione di 1.103 persone di età compresa tra 25 a 35 anni: la scuola, il comportamento durante l’infanzia, il fondo sociale sono gli elementi presi in considerazione. Per confrontare i consumatori precoci (che hanno iniziato prima dei 17 anni) e i non precoci (17 anni o superiore), decine di “propensioni” (probabilità) sono state calcolate, dalle caratteristiche socio demografiche dei partecipanti e dei loro genitori a analisi integrate. Verdetto: i consumatori precoci hanno il 60% in più di probabilità di non superare il diploma. Tuttavia, lo studio dimostra che i giovani che hanno iniziato l’uso di cannabis più tardi (all’età di 17 anni in su) hanno un livello mnemonico comparabile ai non consumatori. Ultima considerazione di questo lavoro, l’uso precoce di cannabis e il livello di istruzione scadente sembrano più fortemente associati alle ragazze che ai ragazzi. “Per le ragazze, l’uso di cannabis prima dei 17 anni raddoppia la probabilità di non perseguire l’istruzione superiore rispetto a quelli che non consumano nessuna di queste cose“, conclude Maria Melchior, che non ha ancora identificato le ragioni di questa differenza tra i sessi.

| Declino in età precoce del consumo di cannabis come importante obiettivo della salute pubblica

Per questa esperta, gli studi dimostrano che l’uso precoce di cannabis “può portare a difficoltà di apprendimento, che si rifletterà in futuro su un livello d’istruzione inferiore rispetto a quello ottenuto dai non consumatori, e che, indipendentemente dal contesto sociale, le difficoltà psicologiche ed educative dei giovani saranno maggiori. In un contesto in cui, in Francia, uno scolaro su dieci ha già sperimentato la cannabis prima dei 17 anni, il declino dell’uso di questo prodotto è un importante obiettivo della salute pubblica“.