La Food and Drug Administration, un’agenzia del Dipartimento di Salute e Servizi Umani degli Stati Uniti, intende effettuare delle verifiche sulla sicurezza di un composto presente in alcuni coloranti alimentari, anche se precedenti indagini avevano dimostrato la non pericolosità di tale composto.

Soda

L’annuncio arriva dopo uno studio da parte della nota rivista americana Consumer Reports che ha scoperto livelli troppo alti di colorante 4-metilimidazolo in una soda. Il 4-metilimidazolo (4-MEI) si formerebbe durante la lavorazione per dare la colorazione caramello alle bevande scure come le cole, quando si utilizzino ammoniaca o ammonio solfito.

Uno studio effettuato sui topi ha scoperto che c’è un nesso tra il 4-metilimidazolo e lo sviluppo di tumori confermando una chiara evidenza di effetto cancerogeno della sostanza, ma la FDA ha tenuto a precisare che le alte dosi di cui si parla in questo esperimento sono molto al di sopra di quelle che si possono assumere con il normale consumo di queste bevande.

In ogni caso, la California ha deciso nel 2011 di inserire il 4-metilimidazolo nella lista dei probabili cancerogeni chiedendo che ogni cibo o bevanda che fornisca più di 29 microgrammi di 4-MEI riporti sull’etichetta il possibile rischio di cancro (mentre normalmente la presenza di 4MI va da 103 a 153 microgrammi per lattina (12 once). Un’analisi del Consumer Reports ha purtroppo rilevato che alcune lattine di soda acquistate in California contenevano un livello superiore al parametro indicato.

La FDA ha dichiarato che non ha motivo di ritenere che questo composto, in base ai livelli trovati negli alimenti analizzati, sia pericoloso, ma intende comunque riesaminare i nuovi dati in materia.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: