Ebola: l’epidemia ha superato la soglia di 1.000 morti, tutte le dosi a disposizione del famoso sierovaccino segreto” sono state inviati in Liberia. Ma sarà efficace contro questo pericolosissimo virus, appartenente alla famiglia Filoviridae, ed estremamente aggressivo per l’uomo, che causa una febbre emorragica?

ebola-ZMapp-siero-virus-vaccino

La Febbre emorragica Ebola imperversa in Africa Occidentale ed ha purtroppo superato i 1.000 morti. Le macabre statistiche parlano di 1.013 morti e 1.848 casi contati, secondo l’ultimo rapporto dell’OMS (WHO) pubblicato oggi Martedì 12 Agosto.

La Liberia, uno dei paesi che soffrono di più l’epidemia di Ebola, riceverà i campioni di ZMapp, un siero sperimentale, un vaccino che ha già fatto molto parlare di lui negli Stati Uniti. Da parte sua, l’OMS deve decidere sull’opportunità di utilizzare farmaci non approvati…

L’azienda farmaceutica americana, Mapp, che ha sviluppato il siero ancora sperimentale, ha spedito ieri, Lunedi, 11 agosto, tutte le dosi del vaccino disponibili in Africa, una spedizione approvata dal comitato di esperti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) nonché dalla Food and Drug Administration (FDA).

Il trattamento sperimentale deve essere portato in Liberia da un emissario del governo americano, riferisce la presidenza della Liberia, senza dare una data specifica…

| Cos’é il ZMapp

Il ZMapp è un trattamento da non ritenersi un vaccino (anche se viene comodo chiamarlo così) che riproduce un cocktail di anticorpi prodotti naturalmente dai topi infetti e “umanizzati“. Il siero non é mai stato testato su esseri umani, ma solo sulle scimmie. Gli anticorpi neutralizzano l’Ebola legandosi alle pareti per evitare che infetti le cellule dei corpi umani…

Non vi è attualmente alcun trattamento o vaccino riconosciuto contro la febbre emorragica dovuta al virus Ebola. Nei giorni scorsi, tuttavia, diversi stati hanno espresso il desiderio di utilizzare l’anticorpo sperimentale chiamato “ZMapp” sviluppato in un laboratorio privato negli Stati Uniti e, come già espresso sopra, mai ufficialmente testato sugli esseri umani. La sua efficacia è quindi da ritenersi incerta.

È importante notare che l’unica volta il ZMapp ha mostrato un effetto benefico immediato è quello di Kent Brantley, un medico volontario che ha contratto l’ebola mentre era in Liberia. Poco prima di ricevere il trattamento, però, gli é stata fatta una trasfusione con una sacca di sangue di un adolescente che é sopravvissuto all’infezione e che quindi ha prodotto naturalmente gli anticorpi. Allo stato attuale, quindi, ed in assenza di prove debitamente controllate, è impossibile dire con certezza che ZMapp é efficace contro l’Ebola, e addirittura non si sa neanche se sia tossico per l’uomo…

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: