La prefettura di Seine-Maritime (Francia) ha vietato la somministrazione e la raccolta di cozze, ostriche, vongole ed altri molluschi in quanto nel loro guscio é stata scoperta una tossina che provoca avvelenamento da cibo…

seine-maritime-cozze-vongole-bannate-tossina

Per motivi di salute sono vietate la raccolta, la pesca, il trasporto, la commercializzazione nonché il consumo di molluschi filtratori nella zona di costa tra cap d’Antifer e Butte du Catelier, questo é quanto ha annunciato la prefettura di Seine-Maritime in un comunicato

| Una tossina causa diarrea, vomito, dolore addominale

L’Istituto francese di ricerca per lo sfruttamento del mare (IFREMER) in molti molluschi (cozze, pervinche, ostriche, vongole …) ha rilevato la presenza di alghe microscopiche chiamate dinophysis che producono una tossina (acido okadaico) che si accumula in questi involucri ed è responsabile di avvelenamento alimentare. Questa tossina non è molto sensibile all’azione del calore e non viene distrutta dal trattamento termico (cottura) nelle preparazioni culinarie.

Sintomi: i sintomi che affliggono più comunemente le persone infettate dalla tossina sono diarrea, vomito, dolore addominale che si verificano da 30 minuti a parecchie ore dopo l’ingestione di molluschi infetti. I frutti di mare possono diventare tossici anche quando le alghe sono presenti in quantità molto piccole (la soglia di segnalazione corrisponde a 500 cellule / litro). Alcune condizioni idrologiche, come la stratificazione di masse d’acqua in strati di diversa salinità e temperatura sono noti per promuoverne il suo sviluppo…

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto:

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0