Come superare il passaggio all’ora legale
5 (100%) 2 vote[s]

Che si tratti del passaggio a quella legale o solare, il cambio d’ora (in vigore in molti paesi) ha conseguenze sul nostro orologio biologico. Nei giorni che seguono, la perturbazione del sonno/veglia, gli incidenti e gli attacchi di cuore tendono ad aumentare, soprattutto in estate, dove si “perde” un’ora di sonno. Un fenomeno simile al cosiddetto “jet lag sociale”.

L’orologio biologico, o ritmo circadiano, è un processo naturale fondamentale che permette all’organismo di anticipare i cambiamenti dell’ambiente di tutti i giorni, regolando il comportamento, la fisiologia e la regolazione dei geni. Questo cambiamento si ripercuote sulla salute e sulla qualità della vita, sulla regolazione del sonno e sul benessere, così come su molte altre funzioni dell’organismo. Secondo il Dr. Sylvie Royant-Parola, presidente della Rete di Morfeoe, il passaggio all’ora solare è “ben più tollerato” rispetto il passaggio all’ora legale in cui si “perde” un’ora di sonno.

Il passaggio all’ora legale si verifica nella notte dal sabato alla domenica. Alle 2 di notte bisogna impostare le lancette dell’orologio 60 minuti in avanti, alle ore 3. Affinché il passaggio dall’ora solare all’ora legale avvenga nel miglior modo migliore per l’organismo, è possibile adottare alcune semplici misure. L’idea è quella di evitare di avere un debito di sonno dannoso, anche se limitato ai giorni a venire. Per questo è necessario adottare delle condizioni che ottimizzino la qualità piuttosto che la durata del sonno.

Alcuni consigli:

– Evitare di assumere eccitanti il sabato precedente il cambio dell’ora (caffè, nicotina, alcol) e fare un pasto leggero almeno due ore prima di coricarsi;
– Un breve sonnellino la domenica (non più di 20 minuti) può contribuire a facilitare il passaggio per essere in forma il lunedì;
– Un altro dettaglio che si tende a dimenticare è quello di mantenere il più possibile buia la camera da letto. In effetti, l’ormone che regola il ritmo circadiano, la melatonina, è secretata nell’oscurità.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: