Come smettere di fumare: in maniera brusca o graduale?
5 (100%) 2 vote[s]

Sei un fumatore e vuoi dire stop alle sigarette? Allora butta via tutto il pacchetto! Questo è il consiglio di uno studio dell’Università di Oxford (Regno Unito), pubblicato su Annals of Internals Medicine. Secondo questo studio, l’interruzione sarebbe più efficace se brutale e non progressiva perché permetterebbe di aumentare del 25% le possibilità di porre realmente fine al vizio del fumo.

Ogni persona aveva un “giorno di interruzione” due settimane dopo l’ingresso nello studio, con un incontro con un membro del team di ricerca una volta a settimana. Metà delle persone ha preferito diminuire gradualmente, un terzo, invece, ha smesso di fumare bruscamente; il resto non aveva preferenze prima dell’inizio dello studio, ma queste preferenze non hanno comunque influito sulla decisione di inserirle in un gruppo piuttosto che in un altro.

Nel gruppo graduale, i partecipanti hanno ridotto il consumo di sigarette del 75% nelle due settimane, e ai partecipanti, in questo periodo, sono stati forniti cerotti alla nicotina ed una scelta tra gomme da masticare, pastiglie, spray nasali, tavolette sublinguali, inalatori, o spray orali. Nel gruppo dell’interruzione brusca, i partecipanti hanno ricevuto cerotti alla nicotina da 21 mg per 24 ore, visto che alcune prove suggeriscono che questo possa aumentare la probabilità di successo, ma non altri prodotti, ed a loro è stato detto di fumare come erano abituati fino alla “data di interruzione”.

I risultati
Quattro settimane dopo, il 40% del gruppo graduale continuava a non fumare, in confronto al 49% del gruppo che ha interrotto bruscamente, come verificato dalle analisi chimiche del fiato. Quelle persone che avevano detto che avrebbero preferito una diminuzione graduale prima dello studio avevano meno probabilità degli altri di essere astinenti dalle sigarette a questo punto. Dopo sei mesi, il 15% di chi aveva smesso in modo graduale ed il 22% di chi aveva smesso bruscamente era ancora astinente, come è stato riportato su Annals of Internal Medicine il 14 marzo.

Lo studio ha dimostrato che la comune prassi di suggerire, a chi vuole smettere di fumare, di smettere in modo improvviso e non graduale fornisce effettivamente risultati migliori.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: