Quando fa caldo, è difficile addormentarsi e dormire bene perché il sonno diventa molto instabile. Quando l’organismo passa nel sonno paradosso (fase finale del ciclo del sonno), la regolazione della temperatura è meno buona e quest’ultima aumenta. Risultato: il nostro cervello, che rimane sempre allerta, si mette in guardia e controlla il risveglio! Per evitare questo circolo vizioso (e quindi dormire bene), l’obiettivo è quello di abbassare la temperatura corporea al massimo.

Come dormire bene

Alcuni consigli degli esperti…

La dottoressa. Sylvie Royant-Parola, psichiatra e presidente del Réseau Morphée, rete sanitaria dedicata ai disturbi del sonno, ci da alcuni consigli per dormire meglio quando la temperatura raggiunge livelli molto alti.

• Non è una sorpresa, ma il primo consiglio è, ovviamente, bere sempre molta acqua. La cosa migliore è quella di mettere una bottiglia accanto al proprio letto.

• La sera consumate un pasto leggero perché la digestione aumenta la temperatura corporea. Scegliete piuttosto degli alimenti freschi tipo verdura, frutta, pesce, carni bianche, prosciutto…

• Fare una doccia tiepida prima di coricarsi è una buona idea perché permette di inumidire la pelle. Se fa molto caldo, sarebbe addirittura meglio non asciugarsi completamente e mantenere il corpo umido.

• Il sonno è migliore in un ambiente umido, bisogna quindi favorire tutto ciò che può essere fonte di umidità: mettere in camera un contenitore pieno di acqua, appendere asciugamani bagnati o meglio, se possibile, inumidire le tende. Questi accorgimenti sono ancora più importanti per i bambini che sudano molto di notte.

• Evitare l’alcool la sera perché aumenta notevolmente la temperatura. Il sonno è già instabile con il caldo, ma l’effetto dell’alcool è moltiplicato sul frazionamento del sonno.

• Non andare a letto presto. Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, quando è difficile prendere sonno, è meglio andare a letto più tardi del solito. Un sonno più breve ed efficace è preferibile a un sonno lungo e frammentato, meno rinfrescante. Se avete bisogno di dormire di più, fate un pisolino all’ora di pranzo, di 15-20 minuti.

• Infine, è possibile utilizzare un ventilatore o l’aria condizionata, ma in questo caso, si deve fare attenzione che il vento non vi arrivi direttamente. Altrimenti, si rischia che per evitare il caldo, prendiate freddo.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: