In Cina, nelle ultime settimane, si sono verificati, con l’arrivo della stagione invernale, alcuni casi di influenza aviaria (H7N9). Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, tra il 16 gennaio e il 20 gennaio, ci sono stati 23 nuovi casi di H7N9 segnalati in Cina. E inoltre, ci sono stati altri 32 casi di segnalazione nella prima metà del mese di gennaio.

Aviaria

L’allarme è iniziato lo scorso marzo, anche se durante i mesi estivi c’è stato un calo di casi. Secondo Reuters, nota agenzia di stampa britannica, il recente aumento dei casi di aviaria è legato probabilmente all’arrivo dell’attività influenzale, più alta nei mesi invernali.

In totale sono quasi 200 le persone note per essere state contagiate con il virus H7N9, tra queste, purtroppo, 52 persone sono decedute. Non vi è ancora alcuna conferma di trasmissione da uomo a uomo.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) non ha raccomandato restrizioni di viaggio o limitazioni commerciali.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: