Il 15 ottobre si è svolta la Giornata Mondiale del Lavaggio delle Mani, un’importante occasione per sensibilizzare il maggior numero di persone all’importanza dell’igiene delle mani. L’80% delle malattie sono trasmesse dal “toccare”, avverte l’Istituto Nazionale per la Prevenzione e l’Educazione Sanitaria. Con la stagione dei raffreddori e dell’influenza che si avvicina, ecco 8 fatti che illustrano l’importanza del lavaggio (e dell’asciugatura) corretto delle mani.

  1. In media, una mano conta almeno 3.000 tipi diversi di batteri.
  2. I batteri possono rimanere in vita per più di tre ore sulle vostre mani. E un batterio può moltiplicarsi fino a 4 milioni di volte in 8 ore.
  3. Le unghie sono le parti del corpo in cui i microrganismi sono più tenaci.
  4. Esistono due strati di batteri sulle mani: lo strato superiore trovato è chiamato flora transitoria e si elimina facilmente mediante il lavaggio e l’asciugatura delle mani. Lo strato inferiore è più resistente all’asciugatura delle mani ed è chiamato flora residente.
  5. Le mani umide trasmettono 1.000 volte più batteri delle mani asciutte. L’85% dei microrganismi vengono trasmessi da mani bagnate, mentre le mani asciutte ne trasmettono solo lo 0,06%.
  6. Su una banconota possono coesistere 26.000 batteri vivi.
  7. I telefoni cellulari raggruppano più di 7.000 diversi tipi di batteri.
  8. Una tastiera del computer contiene in media più batteri di un sedile del water. Per inciso, questo è anche il caso dei seggiolini per auto riservati ai bambini.

«Il lavaggio delle mani con il sapone è uno degli interventi sanitari più efficaci e meno costosi per prevenire malattie infettive nei Paesi in via di sviluppo, ma è una buona pratica da consolidare anche nei Paesi ricchi» – «Si puo’ fare molto contro le due principali malattie killer dell’infanzia: la polmonite, che uccide ogni anno 1,8 milioni di bambini sotto i 5 anni e la diarrea, che uccide 1,5 milioni di bambini».

La Giornata Mondiale del Lavaggio delle Mani è anche occasione per sensibilizzare l’opinione pubblica su questa pratica igienica con iniziative originali e il coinvolgimento diretto dei bambini.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: