Scoperta una foresta tropicale al Polo Nord
5 (100%) 5 vote[s]

Nell’arcipelago delle Svalbard, situato nel Mar Glaciale Artico, sono state scoperte delle foreste fossili, con ceppi di alberi intatti. Sono state identificate e descritte da Chris Berry, membro della scuola della Terra e delle scienze oceaniche presso l’Università di Cardiff, sulla rivista Geology. Berry spiega che queste foreste ci mostrano com’erano la vegetazione e i paesaggi nella regione dell’Equatore 380 milioni di anni fa, quando i primi alberi cominciavano ad apparire sulla Terra. A quel tempo, le terre che oggi formano il Svalbarg erano in realtà situate praticamente sulla linea del passaggio dell’Equatore, prima che la deriva dei continenti le conducesse verso il grande nord.

Le piante di lycopodi, protagoniste di un grande cambiamento climatico

I ricercatori hanno analizzato decine di pezzi fossili per determinare a cosa assomigliava la foresta 380 milioni di anni fa, durante il periodo Devoniano. I loro risultati indicano che era composto principalmente da alberi lycopodi: essi raggiungevano probabilmente i quattro metri di altezza ed erano spinti e stretti l’uno contro l’altro con un distacco di circa 20 centimetri tra ogni pianta.

Rappresentazione artistica della foresta di lycopodi – Chris Berry, Cardiff University

E’ ampiamente accertato che durante il periodo Devoniano ci fosse un enorme calo del livello di anidride carbonica nell’atmosfera”, continua Chris Berry. Questa forte diminuzione della concentrazione di CO2 ha causato un calo delle temperature e probabilmente un periodo di glaciazione rapida (una delle cause di estinzione di questa era) che ha visto la scomparsa di tre quarti delle specie che popolavano il pianeta. “L’evoluzione della vegetazione e la comparsa di grandi alberi è il motivo più probabile di questo drammatico calo di biossido di carbonio. Le piante assorbono infatti il CO2 attraverso la fotosintesi per produrre i loro tessuti“, spiega il ricercatore.

L’arcipelago dello Svalbard è attualmente uno dei territori più popolati situato a nord del pianeta (vivono lì circa 2500 abitanti). E’ questo è anche il luogo in cui sono stoccati centinaia di migliaia di semi nel quadro dell’iniziativa di conservazione della biodiversità Global Seed Vault.” E’ incredibile aver scoperto una delle prime foreste della storia nel luogo attualmente utilizzato per salvaguardare la biodiversità della Terra“, conclude Chris Berry.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: