Nel mese di gennaio è stato registrato un caldo record in diverse zone dell’Australia, con temperature superiori a 104 gradi Fahrenheit (40 gradi Celsius) per diversi giorni di fila, tanto che sono stati sospesi gli open di tennis dopo casi di malore fra i tennisti oltre che fra gli spettatori. Ma cosa sta causando questo caldo infernale?

Caldo-record-Australia

Quasi tutte le ondate di calore si formano a causa di insolite e forti aree di alta pressione in alta quota” ha detto Jason Samenow, redattore del Washington Post. Ha inoltre spiegato che questa ondata di caldo record registrata nel mese di gennaio in Australia non è la prima, ma aveva colpito questo continente già lo scorso anno.

Il Climate Council avverte che le condizioni meteo correnti sono un segno di ciò che avverrà in futuro. Riferisce che le ondate di calore stanno diventando più frequenti, più calde e di maggiore durata. I record di caldo si stanno verificando ora tre volte più spesso dei record di freddo e il numero di giornate molto calde in Australia è “più che raddoppiato”.

Le autorità hanno emesso avvisi di pericolo di incendi boschivi per gran parte della zona meridionale del continente, infatti nel vicino Stato di Victoria si sono registrati oltre 1.000 incendi che hanno ucciso 173 persone e distrutto più di 2.000 abitazioni.

Il caldo e gli incendi sono comuni da dicembre a febbraio (Australian summer), ma le alte temperature di questo periodo sono inusuali. Questo perché “El Nino” – un fenomeno climatico periodico che si verifica nell’Oceano Pacifico centrale in media ogni cinque anni – tende a portare condizioni di caldo e siccità anche in periodi in cui non lo si aspetta. Le cause di queste oscillazioni sono tuttora in fase di studio.

Il cambiamento climatico ha giocato negli ultimi anni un ruolo molto importante per questa e per altre ondate di caldo estremo. Il pianeta continua a riscaldarsi, con cambiamenti significativi per il nostro sistema.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: