Le 7 piante più pericolose per l’uomo
4.8 (96.67%) 6 vote[s]

Alcune piante sono note per i loro poteri curativi. Per esempio, i semi marroni di carruba presenti in un baccello a forma di fagiolo piatto, costituiscono un eccellente antidiarroico. Si estraggono le molecole contenute nel ginkgo biloba (noto anche come albicocca d’argento) per sintetizzare dei farmaci contro le vene varicose, i crampi e le emorroidi.

La belladonna possiede delle bacche nere che dilatano le pupille e fanno parte della composizione del collirio. Ma questo non dovrebbe certamente essere utilizzato al di fuori di un preparato farmaceutico, perché può rivelarsi tanto salutare, quanto tossico. Infatti, le sue bacche nere contengono una sostanza chiamata atropina che paralizzano le vie respiratorie, portando talvolta alla morte dell’individuo.

Alcune piante si rivelano altamente tossiche molto pericolose per la salute dell’uomo. E se si ha l’abitudine di controllare sistematicamente i funghi raccolti nelle nostre terre prima del consumo, a volte ci si dimentica di fare attenzione alle bacche più giovani ingerite durante una passeggiata nel bosco. Al fine di evitare qualche rischio, scoprite le piante (presenti nel nostro continente o quelle esotiche) più pericolose per l’uomo nella gallery qui sotto:

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: