I recenti sistemi di localizzazione satellitari sono capaci di seguire ampie zone di territorio del nostro pianeta. E, proprio grazie a questi sistemi, siamo riusciti ad avere queste spettacolari immagini catturate dal satellite che mostrano i recenti incendi che hanno devastato l’Indonesia.

Foto: Un uomo cerca di spegnere un incendio in una piantagione in Dumai, Indonesia – 3 Marzo 2014.

Incendio piantagione

Il sito congiunto guidato da Google che monitorizza l’evoluzione della copertura forestale è costituito dall’Istituto Mondiale di Ricerca (World Research Institute WRI) e dalla United Nations Environment Programme (UNEP).

Tra il 20 febbraio e il 3 marzo, sono stati registrati sull’isola di Sumatra non meno di 1449 focolai. Le immagini satellitari mostrano alcuni  incendi di grande importanza.

Immagini satellitari

Queste incredibili immagini, in cui si vedono chiaramente gli inizi di incendio e le spesse volute di fumo, sono state fornite dal Fire Information for Ressources Management System (FIRMS) della NASA.

Secondo le analisi condotte dal WRI, si è scoperto che più della metà di questi incendi hanno devastato le terre date in concessione e gestite da compagnie forestali o da aziende produttrici di olio di palma. Si tratterebbe dunque di incendi creati di proposito per la preparazione di terreni agricoli, una pratica vietata in Indonesia. Mentre  il restante 48% degli incendi si sviluppa soprattutto nelle aree forestali naturali, che indica il primo passo di una possibile deforestazione di queste zone.

La scorsa settimana, il governatore della provincia di Riau, dove si sono concentrati la maggior parte degli incendi, ha dichiarato lo stato di emergenza del territorio. Le scuole e gli aeroporti sono stati chiusi; 22.000 persone sono state vittime di problemi respiratori.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: