Scoperta l’origine genetica dei capelli bianchi
3 (60%) 2 votes

Se il meccanismo fisiologico che porta alla decolorazione dei capelli è ormai noto, la sua origine genetica è rimasta fino adesso un mistero. Mistero dissipato dai ricercatori dell’University College di Londra che hanno evidenziato un gene coinvolto in questa decolorazione. Secondo la loro ricerca pubblicata su Nature Communications, esiste dunque una predisposizione genetica al grigiore dei capelli, che colpisce tutti. Essi confermano che la comparsa dei capelli bianchi non è unicamente causata da fattori ambientali frequentemente citati: lo stress, la mancanza di vitamine, la troppa esposizione al sole, il tabacco o l’alcool …

Il gene IRF4 influenza la decolorazione dei capelli

Abbiamo trovato un allele (la variante di un gene che spesso determina la comparsa di diversi tratti ereditari) che predispone ai capelli grigi“, spiega Kaustubh Adhikari della University College di Londra e autore principale dello studio. “Abbiamo già identificato i geni responsabili della calvizie e del colore dei capelli, ma questa è la prima volta che viene definito un gene legato all’invecchiamento capelli“, ha aggiunto.

Per trovare questo gene, un gruppo di ricerca internazionale ha studiato il DNA di più di 6.000 persone che vivono in America Latina, ma di origine – e quindi con tipo di capelli – molto varia. “L’allele di invecchiamento si osserva principalmente tra gli europei, precisa il ricercatore. L’età media di insorgenza dei capelli bianchi è di circa 35 anni per i caucasici, poco prima della quarantina per gli asiatici e solo verso i 45 anni per gli africani”.

Il gene IRF4 era già noto ai ricercatori per il suo coinvolgimento nella produzione e nello stoccaggio della melanina, il pigmento che determina il colore dei capelli, della pelle e degli occhi. “Capire come l’IRF4 influenza la decolorazione dei capelli potrebbe aiutare a modificare questo processo“, spiega Kaustubh Adhikari.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: