In Cina un fenomeno piuttosto preoccupante sta prendendo sempre più piede: la produzione di droga ed il suo consumo. Grazie all’operazione soprannominata Thunder, che ha coinvolto ben 3000 persone delle forze armate, sono state sequestrate poco tempo fa, in un solo villaggio, circa 2 tonnellate di metanfetamine, 260 kg di ketamine e 23 tonnellate di altra droga grezza.

droga-consumo-produzione-cina

Non è qualcosa di raro, in Cina, trovare covi di produzione di droga. Nel solo villagio di Boshe, nel 2013, il 20% delle famiglie che vi abitavano erano coinvolti nel traffico di sostanze stupefacenti. Nelle 22 province cinesi, il governo ha scovato ben 326 luoghi ove la droga veniva fabbricata: la produzione domestica di questa sostanza, infatti, pare che stia aumentando a dismisura.

Ma il problema della Cina non è solo questo. Pare che, infatti, anche il consumo stia crescendo vorticosamente passando dal 7% del 2005 al 40% nel 2013 di persone che assumono droga, di cui l’86% sotto i 18 anni, secondo quanto riportato dagli uffici per il controllo dei narcotici. Il problema, rivelano gli esperti, è che la maggior parte dei consumatori abituali non conosce gli effetti che le sostanze stupefacenti apportano all’organismo. Oltre la sensazione di “allegria” o disinibizione, infatti, chi utilizza droga non sa quali sono le conseguenze nel lungo termine sulla salute. Proprio per questo motivo, affermano gli esperti, il governo cinese dovrà iniziare un programma per istruire la popolazione sugli effetti della droga.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: