Per ridurre rischi di infarto amate i vostri vicini di casa
Vota questo Articolo

Non si bene perché ma, per un motivo o per l’altro, risiede intrinseco nella natura umana il fatto di odiare i propri vicini di casa… Ebbene un recente studio riferisce invece che amandoli il rischio di attacchi di cuore può essere ridotto del 67%

vicini-casa-infarto-attacchi-cuore

Avere buone relazioni di vicinato e vivere in un clima di coesione sociale può ridurre il rischio di avere un infarto, secondo uno studio pubblicato sulla rivista JJournal of Epidemiology and Community Health.

Mentre precedenti studi hanno dimostrato che il rumore, l’inquinamento o la densità di ristoranti fast food in una determinata zona potrebbe avere un impatto negativo sulla salute cardiovascolare, un team di ricercatori guidati da Eric Kim dell’Università di Michigan, era interessato a quello che potrebbe essere negativo nei rapporti interpersonali.

Per 4 anni, i ricercatori hanno studiato più di 5.000 adulti con un’età media di 70 anni (due terzi dei quali donne) che non avevano mai avuto problema di cuore. Essi sono stati invitati a valutare, su una scala a 7 punti, il loro senso di appartenenza alla comunità, l’esistenza di vicini di casa che possono aiutarli in caso di problemi e la loro fiducia verso i residenti.

Analizzando i 148 decessi che si sono verificati a causa di attacchi di cuore durante il periodo di studio, hanno registrato che quelli con il punteggio più alto, sulla scala dei 7 punti, verso i vicini di casa ed i residenti in zona, avevano ridotto rischio di infarto del 67% rispetto a coloro che avevano riportato un punteggio più basso.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: