Lo stress favorisce la depressione, e viceversa
Vota questo Articolo

Stress e depressione vanno spesso di pari passo. Lo stress o “sindrome generale di adattamento” è un fenomeno fisiologico normale ed essenziale per affrontare le avversità. Si verifica in occasione di eventi spiacevoli o pericolosi che portano l’individuo ad adottare un comportamento di lutto, di perdita o d’inibizione dell’azione. In questo caso, si ha l’attivazione dell’asse ipotalamo-ipofisi-surrene” (HPA – sigla dell’inglese Hypothalamic-Pituitary-Adrenal axis) o “asse di stress” che comporta una secrezione da parte delle ghiandole surrenali di un ormone chiave, il cortisolo. Quest’ultimo agisce sul sistema immunitario, sui muscoli e sul cervello provocando un rilascio di adrenalina e di noradrenalina, così come glucosio (fonte di energia) nel sangue.

businessman with a depression (isolated on black)

Se la causa di stress persiste (disoccupazione, malattia grave…), il cortisolo lancia l’allarme e il corpo reagisce pesantemente. Tachicardia, insonnia, sudorazione, ansia, disturbi alimentari, perdita di memoria, di concentrazione possono invadere il quotidiano. Le riserve energetiche si esauriscono, l’organismo si affatica. Si entra in uno stato di ansia cronica, chiamato esaurimento. Dopo qualche settimana, soprattutto negli individui più vulnerabili a causa della loro composizione genetica o per la loro storia (separazione, negligenza, abuso sessuale…), può subentrare un vero e proprio rischio di depressione che interrompe il corretto sviluppo dell’asse HPA. Una volta che il paziente è depresso, entra in un circolo vizioso e l’asse HPA iperattivo non si regola più in modo corretto favorendo così lo stress cronico che mantiene la depressione.

Ma come prevenire tutto questo? Lo psichiatra William Fund dell’ospedale Henri Mondor di Créteil sottolinea che gli eventi stressanti della vita sono inevitabili. Non si tratta quindi di raccomandare una vita senza stress alle persone vulnerabili, ma piuttosto di insegnare loro ad affrontare e a gestire queste situazioni. “I depressi tendono a tagliare tutte le fonti di stress e di cadere nella noia e nella ruminazione mentale, che rappresenta un processo chiave nei disturbi depressivi. Tutto questo si chiama “evasione”. E bisogna assolutamente evitarla.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: