Una recente statistica compiuta nel territorio della Gran Bretagna ha creato particolare scompiglio nella società. L’indagine in oggetto ha, infatti, stabilito che nell’anno 2011-2012, nelle università UK vi erano solamente 85 professori di colore. In pratica, gli insegnanti con origini africane, caraibiche e di altre minoranze etniche erano solamente il 12,8%.

 professori-neri-uk

In Inghilterra, ove le persone di colore sono presenti in numero notevole e hanno contribuito, nei secoli, alla storia del paese, sembra incredibile che i posti da loro ricoperti all’interno degli istituti scolastici e universitari siano così pochi. D’altronde, però, questo fenomeno non è circoscritto in questo settore della vita sociale, ma anche nelle altre istituzioni di rilievo ove le persone di colore sono in piccola parte rappresentate.

Un altro dato sbalorditivo è che anche gli studi che spiegano l’esperienza delle comunità di colore in Gran Bretagna mancano. Non esistono infatti corsi appositi su questo fenomeno, sebbene l’argomento è comunque trattato all’interno di altre materie come sociologia, psicologia o storia.

Il problema che risulta evidente è che spesso gli studi condotti dai bianchi sulle minoranze li porta ad essere dipinti in maniera riduttiva, ossia come esempi di degrado, ineguaglianza a livello di servizio sanitario o estremismo religioso. Ciò mostra come, ancora, le comunità di neri sono soggette ad esclusione, emarginazione e ridotta rappresentanza nelle istituzioni.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: