Se la vostra ricerca di un lavoro sembra esser giunta ad un punto morto, forse il problema è che non cercate nel posto giusto. Oltre Linkedin e i siti web che raccolgono tutte le proposte lavorative disponibili, infatti, vi sono anche altri posti dove cercare, che magari non vi erano mai venuti in mente. L’esperta Jane Trnka ve ne suggerisce ben 4.

 posti-lavoro-ricerca

La ricerca del posto di lavoro, ormai, si fa su internet. Sono numerosi i siti che, quotidianamente, raccolgono offerte di aziende ed enti pubblici che ricercano personale. Questi, però, a volte non sono sufficienti. Se infatti la vostra ricerca sembrerebbe essersi arenata, potete dare ascolto a Jane Trnka, e cercare in altri 4 – particolari- canali.

  • Università: non sottovalutate la vostra università di appartenenza. Essa, infatti, può essere un ottimo luogo di incontro con altre persone e di creazione di rapporti sociali, i quali, magari, potrebbero esservi d’aiuto nella vostra ricerca di un impiego.

  • Twitter: il social network può non servire solamente per seguire il vostro artista preferito, ma anche per trovare lavoro. Sono sempre di più, infatti, le aziende che si affidano a questo canale per cercare potenziali impiegati.

  • Facebook: meglio non sottovalutare il potere degli “amici degli amici”. Mettete da parte il vostro ego, suggeriscono gli esperti, e postate la vostra ricerca per un posto di lavoro, le vostre abilità ed esperienze, cercando di coinvolgere il più alto numero di persone possibile.

  • Siti web delle aziende: a volte, per conoscere offerte lavorative, basta cercare nei siti web delle aziende, nello spazio dove sono soliti pubblicare le proprie ricerche per il personale.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: