I bambini di oggi hanno una predisposizione naturale verso l’utilizzo di dispositivi elettronici. Il tempo che passano con la faccia incollata allo schermo è, infatti, piuttosto elevato: ma quanto questo influenza la loro interazione con le persone? Molto, a dire degli studiosi. Secondo alcuni esperti dell’UCLA, infatti, più i bambini passano tempo davanti a computer e tv, meno saranno in grado di leggere le emozioni delle persone.

computer-bambini-emozioni

| I computer inibiscono i bambini nel riconoscere le emozioni altrui

Non vi è dubbio che la nuova generazione abbia una predisposizione naturale per tutto ciò che è elettronico. Tablet, smartphone e computer sono, infatti, il loro pane quotidiano. Ma siamo sicuri che tutto ciò non influenzi il loro atteggiamento verso gli altri? Secondo i risultati di alcuni studi americani, si: più i bambini passano del tempo davanti uno schermo, meno bravi saranno a capire le emozioni di chi sta loro davanti: dedicare tempo a un computer, infatti, equivale a toglierlo all’interazione, il che, avvisano gli esperti, può influire sul loro modo di relazionarsi.

Il test compiuto, in particolare, si è fondato su un esperimento per cui alcuni bambini sono stati portati in un campus senza dispositivi elettronici, mentre altri bambini hanno continuato la loro vita normale: il risultato è stato che il primo gruppo è stato maggiormente in grado di riconoscere le emozioni di persone che mostravano il loro stato emotivo.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: