Vota questo Articolo

Spesso, chi cerca una occupazione è propenso ad accettare qualsiasi tipo di lavoro che gli viene offerto. Ma, si chiedono gli esperti, cosa succede se quello che si accetta non è esattamente l’impiego che si desidera? Heather Huhman, esperta di carriere e posti di lavoro, suggerisce che prima di accettare un lavoro sarebbe meglio porsi 5 domande.

 domande-lavoro

Secondo Heather Huhman chi è in cerca di lavoro da tanto tempo si sente in dovere di accettare qualsiasi occupazione gli venga proposta. Però, così non dovrebbe essere: quando si sente che l’offerta ricevuta non è qualcosa che entusiasmi più di tanto, bisogna porsi 5 domande:

  1. I miei scopi principali vengono sacrificati?: se accettare un posto di lavoro, infatti, significasse sacrificare qualcosa cui si tiene molto – come la famiglia, il tempo libero, o le aspettative economiche – probabilmente quello non è la mansione giusta;

  2. C’è possibilità di allargare esperienze e conoscenze?: ogni lavoro comporta che vengano imparate cose nuove, le quali, spesso, possono tradursi in benefici di molteplici tipi;

  3. Le mie esigenze vengono rispettate?: prima di accettare una offerta sarebbe utile fare una lista delle proprie necessità personali: se queste sono in larga parte rispettate dall’impiego proposto, allora potrebbe esser quello che fa per voi

  4. Immagino di lavorare per l’azienda?: se riuscite a compiere questa operazione, è un buon segno che la compagnia potrebbe esser quella che fa per voi;

  5. Può questo lavoro darmi opportunità future?: anche se il lavoro che state compiendo non è quello dei vostri sogni, spesso esso può essere un primo passo per raggiungere il vostro vero obiettivo.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: