Perché sbadigliare è contagioso?
3.8 (75.56%) 9 vote[s]

Se vediamo qualcuno sbadigliare, tendiamo a farlo anche noi. Un fenomeno che si rivela contagioso e che può verificarsi a qualsiasi ora, anche quando non si ha assolutamente sonno, ma che svela dei processi neurali a volte complessi. La causa? La natura sociale dell’uomo.

Japan World Markets Dollar

Lo sbadigliare è caratterizzato da una contrazione e un allungamento improvviso dei muscoli respiratori (diaframma, intercostali) del viso. Un ciclo che si svolge in tre fasi: un’inalazione lunga e molto profonda, un momento in cui la respirazione si blocca brevemente e una fase dove l’allungamento dei muscoli è massimale. Infine, un’espirazione che coincide con un allentamento e un rilassamento dei muscoli. Diversi studi hanno rilevato che quando un individuo è concentrato su un compito, è meno suscettibile allo sbadiglio contagioso.

La spiegazione del contagio degli sbadigli si trova in una parte del cervello. Un collegamento che prende forma in alcune categorie di neuroni motori: i neuroni specchio (sistema mirror). Questi permettono di spiegare fisiologicamente la nostra capacità di porci in relazione con gli altri. Quando osserviamo un nostro simile compiere una certa azione si attivano, nel nostro cervello, gli stessi neuroni che entrano in gioco quando siamo noi a compiere quella stessa azione. Se i neuroni motori possono essere visti come dei microchip che ci permettono di eseguire una determinata azione, i neuroni specchio sono quelli che ci permettono di agire al posto dell’altro.

Gli studi hanno osservato attraverso una risonanza magnetica l’attività neurale di un cervello nel corso di alcuni sbadigli confermando il ruolo importante di questi neuroni specchio, cellule nervose motorie che risuonano nel nostro cervello proprio come se a compiere i gesti degli altri fossimo noi. Secondo i neuroscienziati, il sistema mirror ci permette una rapida visione di ciò che ci accade intorno, di provare le emozioni altrui, immedesimandoci ed entrando in empatia, e di imparare per imitazione. Una serie di aspetti affascinanti che hanno fatto della scoperta dei neuroni specchio una delle più intriganti di questo campo della ricerca. Intanto gli studi vanno avanti.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: