Spesso considerate come un modo per respingere le mosche fastidiose confondendo gli insetti ematofagi o per ingannare i predatori, le righe della zebra sono state oggetto di numerosi studi negli ultimi anni. Alcuni ricercatori dell’Università della California hanno recentemente scoperto una nuova virtù di questo particolare “vestito”. Permetterebbe di mantenere l’animale al fresco. Osservando il manto di alcune zebre provenienti da 16 regioni africane (prendendo in considerazione il clima, la vegetazione e la presenza di animali predatori o tafani), gli scienziati hanno notato delle differenze significative tra le specie.

Burchell's zebra - Zimbabwe.

Alcune zebre avevano delle righe ben definite su tutto il corpo, mentre altre erano più irregolari. Abbiamo anche notato che il loro colore varia a seconda della provenienza dell’animale” hanno dichiarato i ricercatori nel loro studio pubblicato sulla rivista Royal Society Open Science. Le strisce di colore nero assorbono più calore delle strisce di colore bianco creando una sorta di corrente d’aria tra le due strisce in grado di regolare la temperatura corporea dell’animale. Tanto più è caldo il posto di provenienza delle zebre maggiore è la connotazione scura delle strisce.

Pourquoi le zèbre est-il rayé ?

I ricercatori hanno notato che le  zebre provenienti dalle regioni più calde hanno le righe molto più scure rispetto a quelle del Sud Africa, dove la temperatura è più fredda. Questo, se vero, ribalterebbe il concetto che vestirsi con colori chiari eviterebbe di patire il caldo.

Le strisce nere attraggono più calore rispetto alle strisce bianche e questo contrasto creerebbe un effetto di raffreddamento“, commentano i ricercatori. Fino adesso non è stato pubblicato nessuno studio che dimostri l’esistenza di questo processo di termoregolazione. Tuttavia, le osservazioni effettuate con l’aiuto di un termometro digitale a infrarossi ha mostrato che la temperatura della pelle delle zebre è più bassa rispetto a quelle degli erbivori simili che vivono nell’ambiente circostante (29.2 ° C contro 32,5 ° C).

Questo tipo di disposizione e colorazione alternata creerebbe un effetto “rinfrescante” per la pelle della zebra, un modo naturale per proteggersi dal gran caldo africano.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: