Avete sicuramente notato che la menta dà una sensazione di freschezza. Che sia sotto forma di gomma da masticare, di bevanda, o addirittura dentifricio, è sempre molto rinfrescante. Ma sapete perché?

La freschezza della menta

La menta ci procura questa sensazione grazie al mentolo che contiene. Questo composto organico è presente naturalmente nell’olio essenziale di menta piperita. Esso attiva il recettore sensibile al freddo TRPM8 presente nel nostro corpo, ma soprattutto sulla nostra lingua che possiede 8 volte più di termorecettori rispetto il resto dell’organismo.

Il TRPM8 è una proteina canale ionico che, a ogni calo della temperatura, cambia forma e voltaggio, aprendosi come un cancello e permettendo agli ioni calcio di fluire fino alle cellule nervose. Questo meccanismo crea un passaggio di corrente elettrica che – attraverso i nervi – comunica al cervello la sensazione di freddo.

Questa proteina non è sensibile soltanto agli sbalzi di temperatura, ma anche al mentolo, il principio attivo contenuto negli oli essenziali della menta, all’eucaliptolo e all’icilina (altre sostanze che danno una sensazione di freddo). Quando il mentolo si lega alla TRPM8, l’attiva provocando – non a caso – le stesse sensazioni date da un cubetto di ghiaccio: un freddo quasi anestetizzante, che rende la bocca o l’area di pelle o mucosa interessate temporaneamente insensibili.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: