Il cioccolato è un dolce amato da tutti ed è una presenza inevitabile soprattutto durante le feste. Almeno per noi. Ma per i cani e i gatti è un vero e proprio veleno. Vi spiego il perché.

Various

Non tutti lo sanno, ma il cioccolato – anche sotto forma di barretta, nutella, pralina, etc. – è un alimento da evitare nel menù del nostro animale da compagnia. Come Mai? Semplicemente perché non è digeribile né per i cani e né per gatti. Questo a causa della teobromina, una molecola contenuta nel cacao – e quindi nel cioccolato – che diventa pericolosa quando viene conservata in grandi quantità nel fegato. Si trova in circa 12 grammi di una tavoletta di cioccolato fondente, la metà nel cioccolato al latte e quasi niente nel cioccolato bianco.

Mezza tavoletta può uccidere un barboncino

Per gli esseri umani, la teobromina non è pericolosa perché il nostro organismo è in grado di degradarla rapidamente prima che si accumuli troppo e diventi tossica. Ma nei cani ci vogliono più di venti ore per sbarazzarsi di questa molecola. Così, può accumularsi nel fegato e avvelenare l’animale se ne mangia troppo in una volta. I sintomi sono vomito, diarrea, tachicardia, convulsioni e casi di epilessia.

Il cioccolato può anche essere fatale per il vostro animale. Ovviamente, tutto dipende dalla costituzione del cane. Per esempio, una mezza tavoletta di cioccolato fondente può uccidere un barboncino di dieci chili. E la stessa cosa vale per i gatti! Fortunatamente questi ultimi sono meno attratti dal cioccolato rispetto i loro compagni canini, perché, a differenza dei cani, non sentono il sapore dolce. Ma come potete vedere nel video qui sotto, le eccezioni non mancano…

Quindi, anche se lo richiedono, non date il cioccolato ai vostri cani e ai vostri gatti. Può essere molto dannoso per la loro salute.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto:

Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0