Nel regno animale, non è raro che un colore o un motivo siano la caratteristica di una specie. Per esempio, negli uccelli, gli esemplari del genere Parus sono dei passeriformi; ma a prima vista, un osservatore è in grado di distinguere una mallerenga carbonera (il nome della specie è Parus major) da una cinciarella (nome della specie: Parus caeruleus). Sarà perché la prima ha una testa dominata dal colore nero, mentre la seconda ha i lati della testa bianchi (con solo una linea blu scuro al livello dell’occhio) e una parte blu chiaro sulla sommità del cranio.

Farfalle di specie differenti

Ma a volte la natura gioca con questa regola. E’ il caso delle farfalle del genere Heliconius. Infatti, nella stessa zona geografica, delle specie distinte, come le Heliconius melpomene malleti e le Heliconius elevatus, hanno gli stessi motivi colorati sulle loro ali, anche se sono ben diverse geneticamente.

Strategia adattativa

Sul suo blog, l’entomologo Benedetto Gilles analizza i risultati di un recente studio spiegando come queste farfalle (Heliconius) possono avere gli stessi motivi colorati (patterns) sulle loro ali anche se appartengono a specie differenti. “Nella stessa area geografica, tutte le specie hanno una strutturazione della colorazione delle ali identiche. Questa convergenza mimetica è particolarmente nota per 11 specie di Heliconius chiamate ‘Dennis Ray’: macchie rosse alla base della ali anteriori (Dennis) e strisce rosse sulle ali posteriori (Ray)“, spiega Benoît Gilles.

Per capire il perché, gli scienziati hanno confrontato i geni delle Heliconius Melpomene e delle specie affini come le H. elevatus e le H. timareta al fine di individuare i moduli associati agli elementi all’origine dei motivi “Dennis” e “Ray”. In definitiva, i loro risultati indicano che i fenototipi Dennis e Ray sono controllati da elementi genetici adiacenti distinti, dove ognuno di essi si esprime in modo diverso all’interno di ogni specie, arrivando così a un modello specifico. Una storia evolutiva assai complessa che consente una flessibilità adattativa indispensabile in questi animali sottomessi a una forte selezione naturale.

Nella foto: farfalle dello stesso genere (Heliconius), ma non della stessa specie.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: