Il sonno è un periodico e necessario stato di riposo, caratterizzato dalla sospensione o dal rallentamento dei fenomeni attivi della vita. Da quando il sonno è diventato oggetto di studi sistematici, ci si è resi conto che esso non è uno stato fisso, ma piuttosto un fenomeno oscillante.

Dormire 1

 

Tutti gli stimoli che raggiungono il cervello, in quanto captati dagli organi di senso, vengono filtrati attraverso il sistema reticolato, che è un tessuto nervoso situato nella base del cervello. Questo avviene affinché alle cellule cerebrali non arrivino delle stimolazioni così violente da comprometterne in qualche modo il funzionamento; ma se il filtro, a un certo punto si chiude completamente, più nulla arriva alla corteccia cerebrale: ecco il sonno.

Ogni attività fisica o muscolare causa stanchezza. Ciò significa il progressivo esaurimento delle sostanze necessarie per il funzionamento dell’organismo: se ne sentono gli effetti nei muscoli e nel sistema nervoso. Nel sonno l’organismo, meno sollecitato dai fenomeni esterni, ritrova il suo equilibrio e si distende, per essere pronto a un nuovo dispendio di energia. Durante questa fase, il cervello cessa quasi di funzionare. Le attività organiche rallentano. Certi muscoli si rilassano.

Argomenti simili all'articolo che hai appena letto: